banner pon

Tu sei qui

Notizie da fonti esterne

Dirigente rifiuta a supplente aspettativa 104. Fedeli: giro di vite e controlli su mobilità e assegnazioni provvisorie

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 19:48

Il docente-avvocato ha quindi inviato, come riferisce l’ansa, un certificato medico così da non presentarsi in classe.  Il preside del liceo classico ‘Brocchi’, Gianni Zen, ha allora scritto una lettera aperta al docente-avvocato denunciandone il comportamento a suo dire scorretto.

Il Ministro Fedeli, da canto suo, è intervenuto promettendo verifiche e anticipando la volontà di effettuare un giro di vite sui permessi 104.  “”on l’Inps, il Ministero della Salute e le Regioni riuniremo, – ha detto -.. nella prima settimana di ottobre, il tavolo che ho annunciato lo scorso 4 luglio per elaborare efficaci strategie di monitoraggio e controllo sulla fruizione della 104 da parte del personale docente e amministrativo coinvolto nella mobilità e nelle assegnazioni provvisorie”.

“Siamo per il rispetto delle regole e dei diritti e contro ogni abuso. Verificheremo – prosegue Fedeli riferendosi al caso in Veneto – se ce ne sono stati in questa vicenda coinvolgendo anche il nostro Ufficio scolastico regionale che si è già attivato”. “Le nostre ragazze e i nostri ragazzi guardano con fiducia alla scuola”, conclude Fedeli, “e per questo chiedono qualità e serietà. Ed è un dovere di tutta la comunità educante rispondere a questa richiesta positivamente”.

L'articolo Dirigente rifiuta a supplente aspettativa 104. Fedeli: giro di vite e controlli su mobilità e assegnazioni provvisorie sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Contratto, con la legge di Bilancio dovrebbe essere garantito aumento di 85 euro. Saranno stanziati 1,6 miliardi

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 17:57

Aumenti stipendiali, mancano ancora circa 10miliardi per avere 85 euro

Apprendiamo adesso dalla stessa Ansa che con la prossima legge di Bilancio sarà stanziato 1 miliardo e 650 milioni, in modo da rispettare il succitato accordo e quindi garantire l’aumento di 85 euro.

Il suddetto stanziamento amplia, quindi, le risorse disponibili per il rinnovo contrattuale di quasi mezzo miliardo in più rispetto alle prime cifre circolate (1,2 miliardi).

L'articolo Contratto, con la legge di Bilancio dovrebbe essere garantito aumento di 85 euro. Saranno stanziati 1,6 miliardi sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

PON. Formazione personale scuola su tecnologie e metodologie innovative: sollecito inserimento modelli CERT

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 17:39

Nello specifico si fa presente che in base ai controlli effettuati tramite il sistema informativo SIF, risulta che le certificazioni presenti nel sistema “Gestione Finanziaria” sono di gran lunga inferiori rispetto alle risorse già erogate ( il 30% dell’importo autorizzato) e ai molteplici moduli che risultano già realizzati.
Pertanto, in considerazione delle scadenze finanziarie stabilite al 31.12.2017, nonché alla necessità di garantire la regolare registrazione della documentazione le istituzioni scolastiche titolari dei progetti sono invitate  a provvedere, con la massima sollecitudine, ad inserire i modelli
CERT ( certificazione di spesa) e la relativa documentazione amministrativo contabile nel sistema  informativo, in modo da permettere all’autorità di gestione di poter effettuare i controlli, di certificare la spesa all’UE ed erogare i previsti rimborsi alle stesse istituzioni scolastiche.

Per quanto riguarda le modalità di inserimento delle CERT si ricorda che è disponibile, nella sezione PON KIT del sistema informativo, il manuale utente delle certificazioni “Manuale per la gestione delle certificazioni FSE a Costi Reali – SIF 2020” al link di seguito riportato:
http://www.istruzione.it/pon/ponkit_disposizioni.html#sec_sys

Con la nota predetta, il MIUR, inoltre,  invita le Istituzioni scolastiche a completare i corsi autorizzati entro il 31/12/2017.
Qualora, per sopravvenuti motivi, l’istituzione scolastica non sia in grado completare tutti i moduli è indispensabile chiedere la proroga come descritto nel “Manuale rinunce e integrazioni FSE – FESR 2014-2020” presente nel sistema GPU al link:
http://www.istruzione.it/pon/ponkit_disposizioni.html

nota

L'articolo PON. Formazione personale scuola su tecnologie e metodologie innovative: sollecito inserimento modelli CERT sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Pon. Affidamento incarichi attività formative a personale esperto, correzione nota del 2 agosto

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 17:29

Ne abbiamo parlato in PON, incarichi per attività di formazione: a chi e come attribuirli, regime fiscale e previdenziale

Con la recente nota del 21 settembre u.s., l’amministrazione ha corretto un refuso presente nella precedente comunicazione.

Il refuso da eliminare nella nota del 2 agosto è il seguente: “nonché docenti appartenenti all’Istituzione Scolastica richiedente”.

Il predetto refuso è inserito all’interno del punto 2.2., capoverso IV
pag. 4 “Affidamento di contratti di lavoro autonomo”, e va eliminato in quanto il personale interno può concorrere non solo per le mansioni per le quali è stato assunto o equivalenti ma anche per altre prestazioni a condizione che, attraverso idonea documentazione, dimostri l’effettivo possesso delle competenze professionali necessarie per lo specifico percorso formativo.

nota

L'articolo Pon. Affidamento incarichi attività formative a personale esperto, correzione nota del 2 agosto sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Costituzione e studio storia, firmato protocollo d’intesa Miur-Associazione Nazionale Partigiani

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:59

Con il protocollo Miur e ANPI si impegnano a promuovere iniziative finalizzate a realizzare nelle scuole attività volte a diffondere i valori della nostra Costituzione.

Miur e ANPI, inoltre, si impegnano a:

fornire contenuti e materiali di qualità per l’apprendimento delle storia, in particolare di quelle contemporanea;

progettare strumenti didattici, di orientamento, mentoring e tutorato rivolto agli studenti, al fine di rendere possibile l’utilizzo delle tecnologie internet e social;

promuovere attività di scambio, formazione, seminari e conferenze sulla didattica dell’insegnamento della storia;

realizzare materiale informativo, anche di tipo multimediale e via internet, destinato a studenti e docenti.

Protocollo

L'articolo Costituzione e studio storia, firmato protocollo d’intesa Miur-Associazione Nazionale Partigiani sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Portfolio dirigenti scolastici, Nuclei valutazione invitano alla compilazione. Sindacati: no, si tratta di una delle azioni di protesta

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:46

Ricordiamo che i presidi, in segno di protesta per le condizioni lavorative cui sono costretti ad operare (retribuzioni non adeguate alle responsabilità e ai carichi di lavoro, responsabilità in materie di sicurezza, eccesso di burocrazia), avevano deciso di non compilare la parte del portfolio.

Nel comunicato le OO.SS. informano che alcuni dirigenti sarebbero stati contattati dai nuclei di valutazione per procedere alla compilazione della predetta parte.

Il comunicato

I dirigenti scolastici che, aderendo alla mobilitazione unitaria della FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA e SNALS Confsal, non hanno compilato la terza parte del portfolio, vengono in questi giorni invitati dai coordinatori dei nuclei di valutazione a provvedere al relativo completamento, grazie ad una riapertura straordinaria della piattaforma chiusa il 31 luglio 2017.

La mancata compilazione è una delle azioni previste nella mobilitazione indetta formalmente da FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal; un’iniziativa sindacale avviata il 3 maggio scorso e le cui motivazioni nel frattempo non sono certo venute meno, essendosi addirittura ulteriormente aggravate. La richiesta dell’Amministrazione potrebbe pertanto configurarsi come comportamento antisindacale e potrebbe rendere inevitabile, qualora tale sollecitazione perdurasse, il ricorso ad azioni conseguenti di tutela in sede legale.

FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal rivolgono un appello a tutti i dirigenti scolastici a non aderire alla richiesta di riaprire il portfolio, confermando invece, in questo momento decisivo per il loro futuro professionale, l’adesione alle iniziative di mobilitazione in atto e ribadendo che la documentazione delle azioni effettuate è conservata agli atti della scuola.

L'articolo Portfolio dirigenti scolastici, Nuclei valutazione invitano alla compilazione. Sindacati: no, si tratta di una delle azioni di protesta sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Concorso dirigente scolastico. Anief: allestire da subito un corso riservato ai ricorrenti del concorso 2011

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:40

“Partendo dalle cifre fornite da ministero, entro il 2021-22 che è il periodo di validità del concorso, serviranno 3600-4000 presidi, considerato il turn over, visto che un terzo dei presidi ha più di 60 anni. Ma ce ne saranno la metà”, osserva amaramente la Fondazione nazionale. Pertanto, l’emergenza presidi continuerà anche dopo lo svolgimento del concorso pubblico.

Secondo l’Anief, la soluzione al problema potrebbe essere sicuramente quella di incrementare il numero di posti da mettere a bando. Ma anche un’altra: allestire da subito un corso riservato ai candidati ricorrenti della precedente selezione, costituiti in giudizio, senza attendere il parere della Corte Costituzionale.

“L’allestimento immediato di un corso formativo rivolto ai ricorrenti della tornata concorsuale del 2011 – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – permetterebbe di sanare con i fatti la disorganizzazione palesata dal Ministero dell’Istruzione in occasione dell’ultima selezione e, nel contempo, andare finalmente a tamponare i vuoti derivanti dai tanti posti liberi da dirigente scolastico: di fatto, in questo modo si andrebbero a coprire quei posti vacanti che rimarranno tali anche dopo il concorso 2017/2018 in via di approvazione definitiva”.

A questo proposito, Anief ritiene importante comunicare ai candidati interessati del concorso del 2011 che è ancora possibile aderire al ricorso ad adiuvandum in Corte costituzionale prima della pubblicazione dell’ordinanza in Gazzetta Ufficiale: va ricordato che le possibilità di accedere alle quote di concorso riservate sono comunque limitate ai docenti candidati ricorrenti.

Sempre in tema di ricorsi, il giovane sindacato ha nel frattempo già impugnato il regolamento dello stesso concorso per dirigenti scolastici, pubblicato in settimana, poiché il Miur riconosce come utili gli anni di precariato solo se il candidato risulta già in ruolo. Il sindacato ricorre quindi in tribunale contro il D.M. n. 138/17. Viene contestato, in particolare, l’articolo 6 perché non tiene conto della sentenza del Consiglio di Stato n. 4724 del settembre 2014, attraverso la quale è stato rigettato l’appello del Miur contro alcuni docenti neo-immessi in ruolo con anni di precariato alle spalle. In precedenza il Tar Lazio, con la sentenza n. 8086/2013 e la n. 9729 del 16 settembre 2014 ottenuta dai legali dell’Anief, aveva infatti permesso a cento precari di partecipare alla precedente procedura concorsuale: tre di loro oggi sono diventati definitivamente Dirigenti scolastici. Sono interessati al ricorso anche i docenti neo-immessi in ruolo nell’a. s. 2017/2018 (o immessi in ruolo negli anni precedenti che non hanno ancora superato l’anno di prova), pure loro esclusi a detta del sindacato in modo illegittimo. Ai fini del raggiungimento del quinquennio, per il sindacato valgono anche gli anni svolti nelle scuole paritarie e di dottorato all’Università. Per aderire al ricorso c’è tempo sino al prossimo 13 ottobre.

Aderendo al ricorso per la partecipazione al Concorso DS, il docente potrà avvalersi della speciale convenzione Anief con Eurosofia – leader educativa affermatasi negli ultimi anni nel settore dei corsi di preparazione ai concorsi, ente riconosciuto dal Miur per la formazione del personale – e partecipare al “Corso di aggiornamento professionale e preparazione al Concorso per Dirigente Scolastico” usufruendo dello sconto Eurosofia dedicato ai ricorrenti Anief. I corsi sono strutturati in presenza e a distanza.

24 settembre 2017                                                                                             Ufficio Stampa Anief

L'articolo Concorso dirigente scolastico. Anief: allestire da subito un corso riservato ai ricorrenti del concorso 2011 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Semplificazione amministrativa, Liceo “Torquato Tasso” di Roma selezionato per supportare l’Amministrazione

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:33

Con il decreto viene rese pubblico l’esito dell’avviso finalizzato a selezionare un’istituzione scolastica ed educativa statale o rete di scuola, costituita e costituenda, per supportare l’Amministrazione nella realizzazione di attività volte a semplificare e uniformare le modalità di affidamento e di esecuzione di contratti di lavori, beni e servizi da parte delle scuole  statali.

La scuola selezionata, leggiamo nel decreto, è Liceo Ginnasio Statale “Torquato Tasso” di Roma”.

decreto

L'articolo Semplificazione amministrativa, Liceo “Torquato Tasso” di Roma selezionato per supportare l’Amministrazione sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Piano formazione docenti 2016-19, Miur istituisce “Premio” per valorizzazione progetti formativi innovativi. Come partecipare

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:26

Il Premio si propone la finalità di valorizzare le iniziative formative di qualità realizzate dalle Istituzioni scolastiche(singole o in rete o scuole polo per la formazione) nel corso del primo anno di attuazione del Piano nazionale di formazione docenti (a.s.2016-2017).

I progetti da valorizzare saranno quelli con un “accentuato carattere d’innovazione con particolare riferimento alle modalità di realizzazione, alla trasferibilità dell’iniziativa anche in altri contesti territoriali, alla qualità dei contenuti prodotti e alle caratteristiche e metodologie di monitoraggio.”

I progetti dovranno essere segnalati dalle scuole agli UUSSR competenti per territorio che, a loro volta, avranno il compito di valutarli.

Ciascun Ufficio Scolastico Regionale dovrà selezionare nove progetti formativi (a.s. 2016-2017), uno per ciascuna delle priorità di formazione previste dal Piano suddetto e coniugate con i bisogni delle Istituzioni scolastiche.

Queste le predette priorità:

1 Autonomia organizzativa e didattica;
2 Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base;
3 Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;
4 Competenze di lingua straniera;
5 Inclusione e disabilità;
6 Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale;
7 Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;
8 Scuola e Lavoro;
9 Valutazione e miglioramento.

Per ulteriori informazioni relative ai criteri di valutazione dei progetti scarica la nota Miur, allegata alla quale c’è il modulo che dovranno presentare le istituzioni scolastiche.

L'articolo Piano formazione docenti 2016-19, Miur istituisce “Premio” per valorizzazione progetti formativi innovativi. Come partecipare sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Progetto “Bimbinsegnantincampo… competenti si diventa!”

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:13

L’iniziativa promossa dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria è rivolto ai bambini, ai genitori e agli insegnanti della Scuola dell’Infanzia.

Il progetto, che si fonda su un approccio didattico per competenze, è che si si basa  perlopiù su attività motorie, vuole che l’alunno sia protagonista e costruttore del suo sapere attraverso il procedere per compiti significativi, problemi da risolvere, strategie e scelte da motivare.

I bambini saranno aiutati in questo percorso dai loro insegnanti i quali, a loro volta, saranno ricercatori e sperimentatori di proposte e pratiche didattiche.

Alunni e insegnanti saranno coprotagonosti in un percorso in divenire di ricerca-azione.

Il progetto avrà inizio a settembre 2017 con le acquisizioni delle adesioni al progetto da parte delle istituzioni scolastiche degli UU.SS.RR. e terminerà a maggio-giugno 2018 con le manifestazioni conclusive prima a livello provinciale e poi regionale.

nota

Bando

L'articolo Progetto “Bimbinsegnantincampo… competenti si diventa!” sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Cittadinanza e Costituzione, progetti Miur-Parlamento per l’anno scolastico 2017/18

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 16:05

Le scuole del primo e del secondo ciclo, leggiamo nella nota, potranno  ideare, nell’ambito della propria progettazione didattica per “Cittadinanza e Costituzione”, dei percorsi di studio e approfondimento, avvalendosi delle risorse offerte dai progetti predisposti da Miur e Parlamento.

Tra i progetti principali, si ricordano:

Progetto “Un giorno in Senato“, rivolto alle classi del secondo, del terzo e del quarto anno degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado; il Progetto prevede incontri di studio e di formazione al Senato per mettere a confronto le conoscenze acquisite dagli studenti nel corso dell’attività didattica con il concreto funzionamento dell’Assemblea parlamentare di
Palazzo Madama. Con questo progetto il Senato inizia quest’anno la sperimentazione dell’inserimento delle attività delle scuole partecipanti nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

Progetto “Vorrei una legge che…“, rivolto alle classi quinte delle scuole primarie e alle classi prime delle scuole secondarie di primo grado; il Progetto si propone di far riflettere i più giovani studenti su temi a loro vicini e di far cogliere l’importanza delle leggi sulla regolamentazione della vita di tutti i giorni, incentivando il senso civico e di partecipazione
democratica.

Progetto “Testimoni dei diritti”, rivolto alle classi prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado; intende richiamare l’attenzione sul riconoscimento dei diritti umani attraverso la riflessione sulla Dichiarazione universale approvata dall’ONU nel 1948. Nel 2018, in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione dei diritti dell’uomo, la
cerimonia finale si svolgerà il 10 dicembre.

Progetto “Giornata di formazione a Montecitorio“, rivolto alle classi dell’ultimo biennio degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado; il Progetto ha l’obiettivo di far vivere direttamente agli studenti l’esperienza di due giornate di lavoro alla Camera dei deputati attraverso l’incontro con le Commissioni parlamentari e i deputati eletti nel territorio di provenienza della scuola.

Progetto “Parlawiki – Costruisci il vocabolario della democrazia“, rivolto alle classi quinte delle scuole primarie e a tutte le classi delle scuole secondarie di primo grado, con cui la Camera dei deputati invita gli studenti a illustrare in modo sintetico e originale, sotto forma multimediale, alcune “parole chiave” della democrazia.I lavori ritenuti più significativi verranno pubblicati sul sito della Camera dei deputati nella sezione rivolta ai più giovani e poi sottoposti a votazione per via telematica. I lavori risultati vincitori saranno invitati alla cerimonia finale di premiazione presso Palazzo Montecitorio.

Gli Uffici Scolastici Regionali dovranno comunicare, entro il 7 ottobre 2017, il nominativo del Referente regionale incaricato di curare la diffusione e di sostenere la realizzazione dei progetti. La comunicazione va effettuata all’indirizzo di posta elettronica: giuseppe.caratozzolo@istruzione.it.

nota Miur e Bandi

L'articolo Cittadinanza e Costituzione, progetti Miur-Parlamento per l’anno scolastico 2017/18 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Didacta Firenze: laboratori gratuiti per insegnanti su didattica innovativa

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 15:58

Publiredazionale – Si apre una settimana unica per chi è appassionato di apprendimento e formazione: da mercoledì 27 settembre si terrà infatti, presso la Fortezza Da Basso di Firenze, Didacta, la manifestazione per l’innovazione per la scuola.

L’evento, alla sua prima edizione italiana, mira a mettere in scena il meglio del panorama educativo internazionale. Oltre all’area espositiva sono tanti i contenuti e le attività laboratoriali proposte per gli insegnanti italiani.

Centrale per la manifestazione, la presenza di CampuStore: oltre a uno stand espositivo in cui saranno allestiti veri spazi alternativi per l’apprendimento, modulati sia negli arredi che nelle soluzioni (con moltissime novità in anteprima assoluta per l’Italia), l’azienda leader dell’education proporrà infatti laboratori e attività per docenti e formatori italiani.

CampuStoreè infatti l’unica azienda ad aver allestito ben due aule laboratoriali per tutta la durata della manifestazione, che ospiteranno oltre trenta workshop gratuiti di tipo operativo, rivolti agli insegnanti e tenuti da docenti e professionisti internazionali tra i più conosciuti del settore. I temi dei laboratori sono svariati e mirano a coprire le esigenze di docenti di ogni ordine e grado: tanta robotica educativa per tutte le età, ma anche STEAM, tinkering, creatività, nuove competenze digitali, matematica, storytelling, soluzioni BYOD e molto altro.

La filosofia è la consueta di CampuStore Academy: workshop “hands-on”, in cui tutti i docenti coinvolti potranno davvero provare e sperimentare le tecnologie e metodologie oggetto dei workshop, mettersi in gioco, tornare studenti per capire con mano il futuro dell’istruzione, in Italia e nel mondo.

Tutti i laboratori sono svolti in collaborazione con Giunti Scuola, ente accreditato per la formazione del personale delle scuole (D.M. 170/2016) e ai partecipanti verrà inviato l’attestato di frequenza valido per tutti gli usi consentiti dalla legge.

Per iscriversi, gratuitamente, è sufficiente iscriversi ai laboratori di proprio interesse a questo link.

Oltre alle aule deputate ai workshop, la formazione si terrà anche allo stand CampuStore, con approfondimenti più brevi, dedicati a nuove frontiere: come intelligenza artificiale, Industria 4.0, social network a misura di bambini (grazie alla partnership con Creatubbles) e calcolatrici per la maturità scientifica. Tutto ciò in una cornice ricca di spunti, in cui si potrà interagire con il meglio delle soluzioni per l’apprendimento oggi presenti sul mercato e con idee ispirate alle migliori realtà internazionali, come gli arredi dell’Exploratorium di San Francisco.

L'articolo Didacta Firenze: laboratori gratuiti per insegnanti su didattica innovativa sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Supplenze ATA art. 59, contratto sino ad avente titolo sia al personale di ruolo sia al supplente che lo sostituisce

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 15:52

ATA. Supplenze inizialmente saranno fino ad avente diritto, il 1° dicembre si deciderà se modificarle, possibile art. 59. Nota MIUR

Nella nota si affronta anche la questione relativa ai contratti di supplenza al personale ATA di ruolo,  ai sensi dell’articolo 59 del CCNL.

L’Amministrazione ricorda che le nuove graduatorie di terza fascia, che saranno redatte ad anno scolastico inoltrato (aggiungiamo noi), sostituiranno “integralmente quelle vigenti nel triennio scolastico precedente” e avranno “validità per il triennio scolastico 2017/18, 2018/19 e 2019/20″.

Conseguentemente, le supplenze dalle graduatorie 2014-17, nelle more dell’aggiornamento, vanno attribuite sino ad avente titolo, secondo quanto previsto dell’art. 40 della legge 449/97.

Anche al personale ATA di ruolo le supplenze, conferite ai sensi del succitato articolo 59, vanno attribuite sino ad avente titolo.

Cosa succede, qualora, al rinnovo delle graduatorie, la supplenza non spetti al personale di ruolo, che l’ha avuta attribuita sino all’avente diritto?

La risposta è fornita implicitamente nella nota, laddove si prevede che il contratto sino ad avente titolo va stipulato anche con il supplente che ha coperto il posto del personale di ruolo. Di conseguenza, il personale di ruolo ritornerebbe al proprio posto, con relativa risoluzione del contratto del supplente che lo ha sostituito.

Evidenziamo che la procedura sopra riportata  è la medesima applicata, in attesa delle indicazioni ministeriali, dall’USR Piemonte, come avevamo riferito in Supplenze ATA art 59, conferite con clausola risolutiva sia al personale di ruolo che a quello precario che lo sostituisce

nota

L'articolo Supplenze ATA art. 59, contratto sino ad avente titolo sia al personale di ruolo sia al supplente che lo sostituisce sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Concorso dirigente scolastico, Regioni con maggior numero di disponibilità

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 15:20

Andrea Gavosto, come già riferito, ritiene che, da qui a cinque anni, saranno necessari fra i 3400 e i 3900 dirigenti scolastici, fabbisogno che il prossimo corso-concorso non riuscirà sicuramente a soddisfare.

Partiamo, comunque, dall’esistente, per capire dove vi potrebbe essere una maggiore disponibilità di posti, secondo i dati pubblicati dalla Fondazione Agnelli.

I predetti dati riportano in percentuale la quota di DS per Regione che hanno avuto affidato una reggenza. Dall’analisi dei dati è possibile farsi un’idea delle Regioni in cui sarà attribuito il maggior numero di posti in ruolo.

Questi i dati riportati dalla Fondazione Agnelli:

Come si evince dalla tabella, le maggiori percentuali di dirigenti con reggenze sono concentrate in Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Marche.

Le maggiori disponibilità di posti, considerati i dati complessivi sopra riportati, dovrebbero essere concentrate nelle regioni del Nord Italia, seguite da quelle del centro. Unica eccezione al Sud è rappresentata dalla Basilicata.

Sottolineiamo che si tratta di un’ipotesi non esaustiva in quanto i dati andranno integrati dai pensionamenti e da ulteriori dati derivanti da eventuali processi di dimensionamento.

Il decreto

Concorso dirigente scolastico, requisiti per la partecipazione. Valido anche servizio nelle paritarie. Il regolamento

Concorso dirigenti scolastici. Chi può partecipare? Pubblicato testo in Gazzetta

L'articolo Concorso dirigente scolastico, Regioni con maggior numero di disponibilità sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Edilizia scolastica. Fedeli: “9 miliardi a disposizione per migliorare il patrimonio edilizio e rendere le scuole più belle e sicure”.

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 15:09

 

“Il governo Renzi e quello Gentiloni hanno dato un segnale importantissimo, mettendo in campo e portando avanti un piano di investimenti serio e strutturale, attivando per la prima volta, dopo quasi venti anni di attesa, l’Anagrafe e l’Osservatorio sull’edilizia scolastica, agendo non solo sul piano della sicurezza, ma finanziando anche la creazione di ambienti di studio innovativi che favoriscano l’apprendimento”, aggiunge la Ministra.

“Abbiamo – spiega – oltre 9 miliardi a disposizione per migliorare il patrimonio edilizio e rendere le scuole più belle e sicure. Non sono mai state stanziate tante risorse. Molte di queste sono già state spese, le altre sono tutte già impegnate e saranno utilizzate per migliorare e mettere in sicurezza gli edifici scolastici. Questo grazie ad una precisa programmazione. La sicurezza e l’accessibilità delle nostre scuole sono funzionali all’apprendimento delle nuove generazioni. La scuola è per le nostre ragazze e i nostri ragazzi una seconda casa. Questo non dobbiamo mai dimenticarlo. E l’azione messa in campo in questi anni dimostra che c’è una grande e rinnovata attenzione alle esigenze e ai diritti delle studentesse e degli studenti”.

“Oltre al cambiamento di rotta sui fondi siamo intervenuti anche sulla governance. E non è stato un aspetto secondario. Stanziare risorse – sostiene la Ministra Fedeli – non basta: bisogna governare il processo di spesa, renderlo efficiente, avere a disposizione dati aggiornati per individuare le priorità. Ed è quanto abbiamo fatto grazie ad una nuova governance integrata. A partire dall’Osservatorio Nazionale per l’edilizia scolastica che si riunisce al Miur e che mette insieme tutti i soggetti interessati per consentire una rapida attuazione delle misure in campo. Si tratta di una cabina di regia che era stata pensata 20 anni fa e non era mai stata attivata. L’Osservatorio è stato aperto anche alle associazioni e a quanti sono impegnati in questo ambito per migliorare la situazione delle nostre scuole. Perché il confronto è essenziale su questi temi. E lo porteremo avanti con convinzione. L’Osservatorio oltre ad essere stato istituito si riunisce con regolarità per un confronto continuo e incisivo. Tra i suoi compiti c’è anche il monitoraggio degli interventi, un elemento determinante per la pubblicazione dell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, un database con tutte le informazioni principali e fondamentali degli istituti scolastici, dall’agibilità al collaudo statico, dalla presenza di barriere architettoniche a questioni relative all’efficientamento energetico. Anche l’Anagrafe è stata resa pubblica in questi anni, nell’agosto del 2015, e anche in questo caso dopo quasi 20 anni di attesa. La stiamo migliorando e vogliamo che sia sempre più chiara e accessibile. Stiamo andando verso una ‘carta di identità elettronica’ per ogni edificio.

Vogliamo arrivarci per la fine di questo anno. Anche avere un Fondo unico per l’edilizia scolastica ci aiuta a lavorare più velocemente e a scorrere le priorità senza dover ricominciare daccapo ogni volta che si apre una fonte nuova di finanziamento. Potremmo dire di aver fatto abbastanza, ma sappiamo che la scuola ha ancora bisogno di molte attenzioni. E che queste vanno messe in campo rapidamente. Anche per questo a luglio abbiamo annunciato un’accelerazione nell’attuazione e abbiamo mobilitato altri 2, 6 miliardi con importanti risorse per l’antisismica e ripartendo, fra l’altro, 150 milioni per la costruzione di nuovi poli per l’infanzia. Un’attenzione particolare viene naturalmente riservata ai territori colpiti dal sisma del Centro Italia e due settimane fa abbiamo stanziato 6 milioni per strutture provvisorie a Ischia in attesa di intervenire sulle scuole danneggiate. Il governo ha ben presenti i propri obiettivi e le proprie responsabilità. Le risorse e gli strumenti ci sono. Oggi come mai prima d’ora. E consentono agli Enti Locali di agire rapidamente e ad ampio raggio. Lavorando tutti insieme, ognuno per la propria parte, possiamo davvero garantire a ragazze e ragazzi edifici sicuri, belli e innovativi”.

L'articolo Edilizia scolastica. Fedeli: “9 miliardi a disposizione per migliorare il patrimonio edilizio e rendere le scuole più belle e sicure”. sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

“Personal Trainer della mente” a scuola in classe per sostenere il docente. Lettera

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 14:53

Nella nostra società disordinata e convulsa, dove la vita scorre a
ritmi veloci tra mille impegni, con giovani sempre più vivaci e
dinamici, a scuola, dove l’età media va ben oltre i 50 anni, i
docenti sperimentano personalmente lo stress e le difficoltà a gestire
e ad apprezzare la frenesia dei genitori e dei ragazzi, dovuta alle
grandi trasformazioni sociali e culturali e ad una sorta di “autismo
tecnologico” che coinvolge piccoli e grandi e che isola e
galvanizza sempre più.

Resi meno tolleranti e pazienti dall’età e con norme che obbligano a
lavorare fino a 67 anni, si prospetta lo shock di ritrovare in
classe “Personal Trainer della mente” che affiancano e si prendono
cura del docente.

La scuola, la famiglia e la società cambiano. Si modificano le età, le
persone e i ruoli. Dobbiamo abituarci a poco a poco e a fatica,
all’idea che questa iniziativa dell’Università di Bari, segna un
passaggio fondamentale nelle relazioni educative: entrano in scena
nuove figure che comportano una nuova organizzazione della scuola con
nuovi equilibri e una nuova distribuzione dei ruoli.

Non resta che pensare con nostalgia, tra qualche rimpianto e qualche
momento depressivo, alla passata giovinezza.

Fernando Mazzeo

L'articolo “Personal Trainer della mente” a scuola in classe per sostenere il docente. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, post-it e canzoni rap gentili realizzati dai partecipanti

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 14:49

Quest’anno a rappresentare dignitosamente la ricorrenza Andrea Caschetto, un testimonial importante per i valori “gentili” che rappresenta e trasmette girando per il mondo, giocando e regalando sorrisi ai bambini che vivono negli orfanotrofi .

La giornata di quest’anno è stata inoltre tematizzata con una conoscenza particolarmente gentile, quella della pace, infatti l’obiettivo è stato “giochiamo insieme per circondare i bambini di pace”, lasciando libertà ai partecipanti di interpretare il concetto di pace a proprio piacimento, la pace può essere quella lontana, che coinvolge i popoli, oppure anche quella vicina, in famiglia, sul lavoro, a scuola, coi conoscenti e gli amici.

L’obiettivo principale della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza è quello di fare conoscere la gentilezza a bambini e ragazzi attraverso il gioco, affinché possano conservare un bel ricordo di questa conoscenza per un lungo periodo e metterla in pratica durante la quotidianità, inoltre rappresenta un’opportunità per riflettere sul significato.

La partecipazione alla ricorrenza è stata libera, per esempio le classi hanno scelto autonomamente come vivere la giornata e quale Gioco della Gentilezza svolgere scegliendo tra quelli proposti sul libero manuale dei Giochi della Gentilezza online www.giocopediadellagentilezza.it , oppure inventandone di propri, poi condivisi. Ci sono state per esempio alcune classi di Maleo che hanno giocato al gioco del Post It gentile, dopo avere scritto parole e pensieri gentili sono andate coi propri insegnanti ad appiccicarli per il proprio paese e nelle scuole limitrofe per lasciare messaggi di gentilezza, oppure classi primarie come quelle dell’IC Kennedy 58 di Napoli che hanno svolto un Gioco della Gentilezza insieme all’assessore alle Politiche Giovanili della Propria Città (Alessandra Ottaviano), classi come la 5° di Vallefoglia (PU) hanno inventato e cantato canzoni Rap sulla gentilezza, numerose le classi che hanno disegnato e ricreato Fiori della Gentilezza, scrivendo su ogni petalo parole, o riflessioni gentili.

I partecipanti hanno condiviso via web i ricordi della propria Giornata, creando una memoria comune di esperienze ludiche e gentili.

La gentilezza è caratterizzata da tante forme, tanti colori, tante conoscenze e modi d’essere, tutti che consentono di rendere più serena la vita delle persone.

E’ un bel messaggio quello che è stato dato in questa giornata ai più piccoli, semi di gentilezza che sono stati seminati, che se verranno ben coltivati, un domani daranno dei buoni frutti. La riuscita di questa giornata è stato merito di tutti coloro che vi hanno partecipato: bambini, ragazzi, genitori, insegnanti, amministratori pubblici, educatori, allenatori, giornalisti, redattori.

L'articolo Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, post-it e canzoni rap gentili realizzati dai partecipanti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Fiera Didacta Italia, 27-29 settembre a Firenze: lunedì presentazione a Palazzo Strozzi Sacrati

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 14:41

Con l’assessore Grieco, saranno presenti il presidente di Indire Giovanni Biondi, la vicesindaco del Comune di Firenze Cristina Giachi, l’assessore comunale di Firenze Anna Maria Concia, il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Domenico Petruzzo e il presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi.

Lo scopo di Didacta Italia è innovare la didattica, favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione e creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore. Quattromila sono i docenti iscritti alla manifestazione, novanta i workshop che saranno avviati, centocinquanta gli espositori presenti. Ben ottomila, infine, sono le prenotazioni individuali ai seminari tecnici.

Didacta è la più importante fiera sui temi della scuola e dell’educazione in Europa. Essa è nata in Germania e quest’anno, per la prima volta, esce dal territorio tedesco. Firenze sarà la sede della prima edizione italiana.

L'articolo Fiera Didacta Italia, 27-29 settembre a Firenze: lunedì presentazione a Palazzo Strozzi Sacrati sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Concorso dirigenti, Gavosto: posti a bando saranno insufficienti. Necessari 3.900 nuovi presidi

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 12:56

Saranno sufficienti per soddisfare il fabbisogno delle scuole?

Secondo Andrea Gavosto, presidente della Fondazione Agnelli, assolutamente no.

Tenendo conto dei bisogni attuali, di quelli che si creeranno nel futuro prossimo in ragione degli andamenti ipotizzabili delle nuove cessazioni e pensionamenti dei DS (specie per la loro età media avanzata) e (iii) del fatto che – alla luce dei Regolamento e dei tempi ormai stretti – è praticamente impossibile che il concorso si concluda abbastanaza rapidamente da assegnare i primi incarichi già per il prossimo a.s. 2018-19, le previsioni della Fondazione Agnelli sostengono che da qui a cinque anni sarebbero necessari fra i 3400 e i 3900 nuovi dirigenti. Numeri di gran lunga superiori a quelli previsti dal nuovo concorso.

“E’ come Achille e la tartaruga – ha detto al Corriere della Sera Andrea Gavosto, direttore della Fondazione – ci troveremo sempre indietro ai bisogni delle scuole, che sono poi i bisogni dei ragazzi”.

Tutto sul concorso a dirigente

L'articolo Concorso dirigenti, Gavosto: posti a bando saranno insufficienti. Necessari 3.900 nuovi presidi sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Furbetti 104, Fedeli: monitoreremo docenti e ATA per mobilità e assegnazioni. Ad ottobre un tavolo

Orizzonte scuola - Dom, 24/09/2017 - 10:50

Si tratta, ha scrotti il Ministro, del “tavolo che ho annunciato lo scorso 4 luglio per elaborare efficaci strategie di monitoraggio e controllo sulla fruizione della 104 da parte del personale docente e amministrativo coinvolto nella mobilità e nelle assegnazioni provvisorie”.

“Siamo per il rispetto delle regole e dei diritti e contro ogni abuso. Verificheremo – prosegue il ministro riferendosi al caso veneto – se ce ne sono stati in questa vicenda coinvolgendo anche il nostro Ufficio scolastico regionale che si è già attivato”. La vicenda riguarda un supplente-avvocato chiamato da un istituto di Bassano del Grappa che, firmato il contratto e vistosi rifiutata l’aspettativa ha inviato un certificato medico così da non presentarsi mai in classe e dopo essere tornato nel sud d’Italia da dove veniva. Il preside del liceo classico ‘Brocchi’, Gianni Zen, ha scritto così una lettera aperta al docente-avvocato denunciandone il comportamento scorretto. Nell’arco di 24 ore il Ministero e la stessa titolare del dicastero si sono attivati. Prima rispondendo al preside che sarebbero partite le verifiche.

L'articolo Furbetti 104, Fedeli: monitoreremo docenti e ATA per mobilità e assegnazioni. Ad ottobre un tavolo sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Pagine

Subscribe to Istituto Superiore d'Istruzione 'Carlo Piaggia'  aggregatore

Sito realizzato da Guastini Andrea nell'ambito del progetto "Piaggia WEB"